GLI AVVENIMENTI DEL WEEKEND

Sabato 28 settembre

Prima uscita stagionale da parte delle nostre pulcine/esordienti. La prova del fuoco. Giornata splendida. Avversarie due squadre di maschietti dell’Arinese. Spettatori: genitori, dirigenti e curiosi.

Con uno spirito combattivo sia le pulcine che le esordienti hanno affrontato ad armi pari i maschietti che forti di una preparazione già consumata hanno dimostrato di esser già pronti per il campionato che inizierà la settimana prossima. Le nostre calciatrici non hanno demeritato, anzi hanno dato filo da torcere ai maschietti con il risultato finale di un lungo applauso per tutti i partecipanti da parte dei presenti.

Domenica 29 settembre

Trasferta a Montecchio per la prima squadra

Inizia con una brutta sconfitta il percorso del Maerne nel campionato appena iniziato di Eccellenza – girone 1. Un risultato pesante che non rende merito alle nero verdi che hanno giocato nel primo tempo bene , che hanno rischiato di passare in vantaggio già nella fase iniziale con 2 ottime occasioni da goal, condite da altre due che avrebbero messo sicuramente in ginocchio la compagine avversaria e dare una svolta diversa alla partita. Purtroppo un classico uno-due negli ultimi 5 minuti per inesperienza e per disattenzione sono stati fatali. Nel secondo tempo il Maerne cerca  il classico colpo di coda per rimettere il risultato in discussione ma purtroppo le avversarie approffittano dei nostri errori castigandoci ulteriormente.

E’ un paradosso pensare di essere in crescita con un risultato così pesante ma in certi momenti si è visto del bel gioco, girare più spesso la palla e soprattutto creare dei grattacapi alle avversarie in più di una circostanza.

Non si può e non si vuole che si pensi sia un alibi, ma la panchina corta anche oggi ha fatto la sua parte. Troppe assenze per infortunio e per lavoro hanno penalizzato la giornata.

Gita fuori porta delle nostre pulcine/esordienti in trasferta per vedere la partita del girone A  della Primavera Cittadella-juventus.

E’ permesso sognare o è un sogno l’atmosfera che hanno respirato le nostre giovani calciatrici nero verdi ieri alla fine della partita allorchè presentandosi davanti agli spogliatoi hanno chiesto a gran voce alle atlete di presentarsi per un selfie o un autografo.Forse è un loro sogno pensare che un giorno saranno loro a firmare autografi  e mettersi in posa per un selfie? Sognare è permesso a 10 anni, ma chissa, forse un giorno…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *